Vaccino AstraZeneca, in Italia è stata sospesa l’inoculazione di un lotto

Vaccino AstraZeneca, in Italia è stata sospesa l’inoculazione di un lotto

Facciamo un po’ di chiarezza sulle informazioni che oggi hanno riguarda il vaccino AstraZeneca.

I Paesi in cui è sospesa l’inoculazione del vaccino AstraZeneca

Il quadro in Europa è il seguente: Danimarca, Islanda e Norvegia hanno sospeso in via cautelare la somministrazione del vaccino AstraZeneca (Copenhagen per due settimane, gli altri due Paesi “fino a nuovo avviso”. Il motivo? In Danimarca c’è stata “una morte sospetta”, e sono stati registrati dei problemi di coagulazione nel sangue di alcuni pazienti che avevano ricevuto dosi dal lotto Abv5300.

L’Austria, la Lituania, il Lussemburgo e la Lettonia hanno invece deciso di sospendere la somministrazione del farmaco solo per quanto riguarda il lotto Abv5300 – non distribuito in Italia Francia e Germania hanno deciso di non interrompere le somministrazioni. Secondo quanto è filtrato, ci sarebbero 30 casi di trombosi su 5 milioni di somministrazioni.

Cosa succede in Italia 

In Italia, e precisamente in Sicilia, c’è stato il decesso di un agente di polizia, pochi giorni dopo aver ricevuto la prima dose del vaccino AstraZeneca. Le dosi provenivano dallo stesso lotto – ABV2856 – che non ha alcun legame con l’altro lotto sotto indagine.

Il lotto è stato bloccato dall’Agenzia Italiana del Farmaco, e ci sono stati già sequestri precauzionali da parte dei Carabinieri del NAS. Le prime indagini avrebbero escluso relazioni tra il vaccino le morti sospette. La sospensione è a scopo precauzionale

Roberto Bosio

Roberto Bosio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *