TFA sostegno V° ciclo, le scelte possibili per gli idonei

TFA sostegno V° ciclo, le scelte possibili per gli idonei
Stanno finalmente per avviarsi i corsi del quinto ciclo del TFA sostegno in tutta Italia, ecco le scelte possibili per chi ha superato la selezione

Come molti di voi sapranno, si stanno concludendo le selezioni per il V° ciclo del TFA sostegno – in grave ritardo a causa della pandemia.

Gli idonei al TFA sostegno

Lo scrivo per i pochi che ancora non lo sanno: si tratta dei candidati che hanno superato tutte le prove della selezione – ovvero hanno preso almeno 21 nelle prove e sono tra i promossi nel test preselettivo (se l’hanno fatto).

Tutti questi candidati dovranno comparire in una graduatoria, che sarà il risultato della somma dei voti presi nella selezione (esclusa la preselettiva) ,più i titoli presentati (ogni università stabilisce titoli eventuali da presentare e punteggio relativo). Alcuni docenti quindi si troveranno in posizione utile, visto il numero di posti messi a bando dal concorso, per poter partecipare al TFA, mentre altri saranno in posizione non utile.

Gli idonei non in posizione utile

I docenti che sono risultati idonei, ma non sono tra chi ha “vinto” la selezione, ha due opzioni:

  1. può chiedere di essere ammesso al TFA di qualche altra università (a condizione che questo ateneo non abbia abbastanza idonei per i posti messi a bando e pubblichi un annuncio sul proprio sito)
  2. può accedere al prossimo ciclo del TFA di sostegno nell’università in cui ha fatto la selezione (o in altro ateneo).

Ricordiamo che le università non possono rifiutare la candidatura come soprannumerario al prossimo ciclo del TFA sostegno agli idonei del V° ciclo.

Gli idonei in posizione utile

I candidati vincitori del concorso hanno diritto ovviamente a iscriversi al TFA del V° ciclo nell’università in cui hanno fatto la selezione, oppure:

  1. partecipare al TFA di qualche altra università (possibilità piuttosto remota, ma comunque astrattamente possibile)
  2. accedere al prossimo ciclo del TFA come soprannumerario (scelta che ovviamente sarebbe legata alla paura per la pandemia).
Vittorio Borgatta

Vittorio Borgatta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *