Riscaldamento, 10 consigli per usarlo al meglio

Riscaldamento, 10 consigli per usarlo al meglio

Risparmiare – almeno un po’ – sul riscaldamento, non è così difficile come a qualcuno potrebbe pensare. E diventa ancora più importante quando il prezzo del gas sta arrivando alle stelle. Ecco un semplice decalogo di consigli per spendere meno partendo da semplici gesti quotidiani.

1) Abbassare di 1 °C i termostati, dai 20° a 19°,permetterebbe risparmi dell’ordine del 10%, mentre la riduzione di un’ora al giorno dell’accensione può contribuire ad un’ulteriore riduzione del consumo del 3%;

2) chiudere o ridurre al minimo il riscaldamento nei locali che sono poco o non utilizzati;

3) i radiatori devono essere liberi, togliete eventuali copritermosifoni o da mobiletti a incasso che possono limitare la circolazione dell’aria. Tenete presente che anche le tende rappresentano delle barriere;

4) bastano dieci minuti per cambiare l’aria di una stanza ed è meglio farlo nelle ore più calde della giornata;

5) non tutti sanno che, nei termosifoni, si possono formare delle vere e proprie bolle di aria. Per far funzionare al meglio il riscaldamento, sarebbe meglio, almeno una volta all’anno, ruotare la valvola per far fuoriuscire l’aria accumulatasi;

6) usare pannelli isolanti dietro i termosifoni, anche una soluzione piuttosto semplice, come una lamina isolante, costa poco e permette di ottenere risultati davvero apprezzabili in tal senso;

7) la temperatura percepita può essere legata al livello di umidità dell’aria. In zone particolarmente umide si possono avere problemi di questo tipo e l’unica maniera per poter rimediare è acquistare un deumidificatore;

8) individuare e cercare di eliminare gli spifferi dovrebbe essere una priorità. Attraverso gli spifferi l’aria calda presente nell’abitazione si disperde all’esterno e, al suo posto, ne entra di fredda;

9) usare tappeti che isolano il pavimento e trattengono calore;

10) quando c’è il sole è meglio aprire tende e tapparelle.

Vittorio Borgatta

Vittorio Borgatta