Oggi prima campanella in Alto Adige, ma le incognite sono tantissime.

Oggi prima campanella in Alto Adige, ma le incognite sono tantissime.

Oggi ci sarà la prima campanella in Alto Adige, sarà un primo test di ripartenza che potrà dare indicazioni per il resto d’Italia. La riapertura nelle altre regioni è prevista nelle prossime due settimane, ma ci sono ancora enormi dubbi e difficoltà. In primis i banchi monoposto che non sono arrivati praticamente da nessuna parte. Le scuole inoltre stanno trovando difficoltà anche a trovare spazi. Molti Dirigenti da noi contattati ci raccontano di avere la stessa situazione dello scorso anno, aule con la stessa metratura e classi di 30 alunni. In molte scuole si sta pensando ai doppi turni e, per la secondaria, ad una didattica spezzata, metà classe a scuola e metà classe a casa, che seguirà le lezioni attraverso il pc.

Le scuole inoltre aspettano anche notizie sull’organico incrementato per i covid e soprattutto su come dovranno comportarsi con i “lavoratori fragili”. Ad oggi infatti non si hanno notizie, se non su come fare richiesta per la visita dal medico competente, su quale destino avranno i docenti individuati come “lavoratori fragili.

Guido Ferrari

Guido Ferrari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.