Mobilità: trasferimento da sostegno a posto comune

Mobilità: trasferimento da sostegno a posto comune

Tutti i docenti titolari su posto di sostegno, che hanno superato il vincolo di permanenza quinquennale, potranno chiedere per il prossimo anno scolastico la mobilità su posto comune. La possibilità è quindi riservata a tutti i docenti che sono stati assunti in ruolo o che hanno ottenuto la mobilità su posto di sostegno entro l’anno scolastico 2016/2017, poiché in questo caso valgono sia l’anno scolastico di prova che quello in corso. Tale tipologia di docenti potranno richiedere due tipologie di mobilità:

  • Il trasferimento sul posto comune di titolarità nel medesimo ordine o grado di istruzione;
  • Il passaggio di cattedra su posto comune nel medesimo grado di istruzione, per coloro i quali sono in possesso di specifica abilitazione ad altre classi di concorso;
  • Il passaggio di ruolo su posto comune su altro ordine o grado di istruzione, per coloro i quali sono in possesso di specifica abilitazione ad altre classi di concorso;

Naturalmente il docente potrebbe scegliere anche di richiedere il passaggio di ruolo su posto di sostegno su altro ordine o grado.

Trasferimento sul posto comune di titolarità nel medesimo ordine o grado di istruzione

I docenti su posto di sostegno potranno richiedere di passare su posto comune nella classe di concorso di titolarità nel medesimo ordine o grado di istruzione.

Si tratta semplicemente di un trasferimento, si dovrà semplicemente inserire nella domanda nel tipo di posto prescelto “posto normale” e rispondere in maniera negativa alla domanda “Il docente titolare su posti di sostegno è soggetto al vincolo quinquennale?”.

Questa tipologia di mobilità, quando avviene all’interno della medesima provincia di titolarità, verrà trattata nella fase II delle operazioni “trasferimenti fra comuni della stessa provincia” alle “Lettera G”, anche nel caso si richieda la stessa scuola o comune di titolarità. Tale movimento è preceduto all’interno della II fase dal trasferimento per la medesima tipologia di posto “Lettera F”, vale a dire da posto comune a posto comune. Quindi un docente che vuole passare da sostegno a comune, nel medesimo comune di titolarità, sarà preceduto indipendentemente dal punteggio dai docenti titolari su posto comune, anche provenienti da altri comuni della medesima provincia.

Nel caso di trasferimento interprovinciale, senza alcuna precedenza, da posto di sostegno a posto comune nella medesima classe di concorso di titolarità, il docente parteciperà alla III fase delle operazioni “trasferimento fra province diverse” nella “Lettera R” della prima sottofase. In questo caso, a differenza del trasferimento provinciale, i docenti concorrono tutti in base al proprio punteggio indipendentemente se titolari su posto comune o di sostegno.

Passaggio di cattedra su posto comune nel medesimo grado di istruzione

I docenti titolari su una specifica classe di concorso su posto di sostegno potranno richiedere il passaggio di cattedra su altra classe di concorso su posto comune nel medesimo grado di istruzione, di cui siano in possesso di specifica abilitazione all’insegnamento. In questo caso si tratta di un passaggio di cattedra, come ad esempio il caso di un docente titolare nella classe di concorso A001 su posto di sostegno, che vuole ottenere la mobilità sulla A060 su posto comune.

In questo caso siamo di fronte ad un passaggio di cattedra, quindi si dovrà compilare la domanda a tale movimento dedicata. Basterà che il docente indichi la o le classi di concorso dello stesso grado di istruzione verso il quale vuole essere trasferito. Nella domanda del tipo di posto prescelto metterà “posto normale”.

I passaggi di cattedra, senza alcune precedenza, avvengono nella III fase della mobilità alla “Lettera G” della prima sottofase nel caso di quelli provinciali e nella “Lettera C” della seconda sottofase per quanto riguarda quelli interprovinciali. I docenti di sostegno, quindi, parteciperanno insieme a quelli titolari su posto comune seguendo l’ordine di punteggio.

Passaggio di ruolo su posto comune su altro ordine o grado di istruzione

I docenti titolari su una specifica classe di concorso su posto di sostegno potranno richiedere il passaggio di ruolo su altra classe di concorso su posto comune in uno specifico ordine o grado di istruzione, di cui siano in possesso di specifica abilitazione all’insegnamento. In questo caso si tratta di un passaggio di ruolo, come ad esempio il caso di un docente titolare nella classe di concorso A028 su posto di sostegno alle medie, che vuole ottenere la mobilità sulla A050 su posto comune alle superiori.

In questo caso siamo di fronte ad un passaggio di ruolo, quindi si dovrà compilare la domanda a tale movimento dedicata. Basterà che il docente indichi la o le classi di concorso di altro ordine o grado di istruzione verso il quale vuole essere trasferito. Nella domanda del tipo di posto prescelto metterà “posto normale”. Naturalmente dovrà essere compilata una domanda per ogni ordine o grado di istruzione verso cui si intende essere trasferiti.

I passaggi di ruolo, senza alcune precedenza, avvengono nella III fase della mobilità alla “Lettera H” della prima sottofase nel caso di quelli provinciali e nella “Lettera D” della seconda sottofase, per quanto riguarda quelli interprovinciali. I docenti di sostegno, quindi, parteciperanno insieme a quelli titolari su posto comune seguendo l’ordine di punteggio.

Armando Bayo

Armando Bayo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *