L’indicazione delle preferenze nella domanda di assegnazione

L’indicazione delle preferenze nella domanda di assegnazione

La domanda di assegnazione provvisoria può essere chiesta per una sola provincia. Si possono indicare fino a 20 preferenze per i docenti della scuola dell’infanzia e della scuola primaria e fino a 15 per i docenti della scuola secondaria. Possono essere indicati sia i codici delle singole scuole, che i codici di distretto, comune e provincia.

La domanda di assegnazione si chiede per avere il ricongiungimento ai genitori, al coniuge, a parte dell’unione civile, ai figli o al convivente, per questo motivo la prima preferenza deve essere il comune di ricongiungimento o il distretto o una scuola compresa in questo. Se si inseriscono preferenze relative a comuni diversi dal quello di ricongiungimento è obbligatorio che queste siano precedute dall’indicazione dell’intero comune (sub distretto comunale) di ricongiungimento, anche quando c’è una sola scuola nel comune. Nel caso non avvenga questo, la domanda non viene annullata, ma si terranno in considerazione solo le preferenze relative al comune di ricongiungimento. Nel caso in cui nel comune di ricongiungimento non ci siano sedi esprimili, o perché non ci sono scuole o perché la materia di titolarità non si insegna in quel comune, si deve indicare una scuola del comune viciniore o che, pur se non viciniore, abbia un plesso nel comune di ricongiungimento.

Guido Ferrari

Guido Ferrari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *