La laurea in scienze religiose è diversa dal titolo in scienze delle religioni

La laurea in scienze religiose è diversa dal titolo in scienze delle religioni

In questi giorni fa discutere l’emendamento presentato da Roberto Rampi – è un senatore del PD – approvato in commissione Affari Costituzionali al Senato, che stabilisce un’equipollenza tra la laurea in scienze delle religioni con quelle di storia, filosofia e antropologia culturale.

L’accusa della Granato

Venerdì, le senatrici Bianca Laura Granato e Luisa Angrisani con una nota hanno lanciato la seguente accusa: “Con questo emendamento i laureati in scienze delle religioni potranno insegnare italiano, storia e geografia nella scuola media, storia e filosofia nei licei e anche italiano e storia negli istituti tecnici. Hanno creato un’equipollenza per usare la scuola come ufficio di collocamento dei raccomandati della curia. Questa è l’ennesimo intervento a gamba tesa del Partito Democratico”.

Come stanno davvero le cose?

L’emendamento fa riferimento alla laurea in scienze delle religioni (LM 64) e non a quella di scienze religiose. La laurea a cui si fa riferimento è un percorso inserito in alcune facoltà di lettere-storia e filosofia di università statali italiane. Già prima potevano insegnare nelle classi di concorso A018 e A019, e con l’equipollenza potranno insegnare anche in altre classi – come la A012.

Per capire come funzionano le cose basta visitare il sito di uno qualsiasi degli istituti superiori di scienze religiose: “la Licenza in Teologia e nelle altre discipline ecclesiastiche, la Laurea in scienze religiose (3+2) saranno riconosciuti come lauree magistrali, ma non avranno una corrispondenza effettiva al titolo civile. Quindi chi si laurea o si è laureato in Scienze Religiose vedrà riconosciuto come laurea civile per accedere ad esempio ai concorsi per DS, ma non potranno costituire titolo per essere ammessi per partecipare al concorso per gli insegnamenti di altre discipline”.

 

Roberto Bosio

Roberto Bosio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *