Inviata alle scuole la nota operativa per la ripartenza il 26 Aprile

Inviata alle scuole la nota operativa per la ripartenza il 26 Aprile

Il Ministero ha inviato, nella giornata di ieri, alle scuole la nota operativa per la ripartenza il 26 Aprile. In particolare viene sottolineato nella nota che, anche se in zona rossa, fino alla sec. di I grado deve essere garantita la didattica in presenza per tutti. Per la scuola secondaria di II grado, se ci si trova in zona rossa, la presenza deve essere per almeno il 50% degli studenti fino ad un massimo del 75%. Nelle zone gialle e arancioni la presenza degli studenti delle superiori deve essere da un minimo del 70% fino ad un massimo del 100% degli studenti.

Tali norme sono inderogabili tranne che” in casi di eccezionale e straordinaria necessità dovuta alla presenza di focolai o al rischio estremamente elevato di diffusione del virus SARS-CoV-2 o 3 di sue varianti nella popolazione scolastica. I provvedimenti di deroga sono motivatamente adottati sentite le competenti autorità sanitarie e nel rispetto dei principi di adeguatezza e proporzionalità, anche con riferimento alla possibilità di limitarne l’applicazione a specifiche aree del territori“. In tal senso abbiamo già il caso della Puglia che ha aggirato l’ostacolo, infatti il presidente Emiliano, ieri ha emanato un’ordinanza che lascia alle famiglie, fino alla fine dell’a.s. la possibilità di scegliere tra presenza o distanza, per tutti gli ordini di scuola.

Nella nota è ribadito che si devono garantire in presenza l’inclusione degli alunni disabili e dei Bes, ma anche delle attività laboratoriali.

NOTA MINISTERIALE 23 APRILE

Guido Ferrari

Guido Ferrari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *