Immissioni in ruolo da GPS, le fasi della procedura

Immissioni in ruolo da GPS, le fasi della procedura

Come avverranno le immissioni in ruolo da GPS? Per poter avere la speranza di essere immessi in ruolo è necessario avere una specializzazione-abilitazione ed avere tre anni di servizio negli ultimi dieci. Ricordiamo che chi si trova in prima fascia delle GPS per una classe di concorso/per il posto comune, non potrà essere stabilizzato su un posto di sostegno se non è in possesso della relativa specializzazione.

Le immissioni in ruolo da GPS: le fasi

Ho cercato di fare un riassunto per punti della procedura che dovrebbe portare alla stabilizzazione dei docenti iscritti alla prima fascia delle GPS:

  1. l’assunzione sarà comunque a tempo determinato e riguarderà solo i posti rimasti vacanti dopo le operazioni di immissioni in ruolo che avranno riguardato le GAE e le graduatorie dei concorsi ordinari e straordinari non ancora esauriti
  2. potranno essere oggetto di questa procedura anche i precari che si trovano negli elenchi aggiuntivi (e non solo quelli in prima fascia);
  3. il contratto riguarderà la provincia in cui siamo iscritti nelle GPS (mentre le immissioni in ruolo delle fasi precedenti saranno su base regionale);
  4. i precari assunti dovranno svolgere il percorso annuale di formazione previsto per chi è nell’anno di prova;
  5. i precari assunti da GPS dovranno sostenere, oltre alla valutazione che riguarderà l’anno di prova, anche una prova disciplinare;
  6. questa seconda prova verrà valutata da una commissione esterna alla scuola in cui i precari lavoreranno (mentre la valutazione dell’anno di prova riguarderà una commissione interna all’istituzione scolastica);
  7. la valutazione negativa del percorso annuale relativo all’anno di prova non provocherà una bocciatura immediata (il candidato ripeterà l’anno di prova e in caso di seconda bocciatura non potrà essere immesso in ruolo);
  8. se il docente scelto dalla prima fascia delle GPS non dovesse invece superare la prova disciplinare, non potrebbe essere immesso in ruolo per questa via;
  9. se entrambe le valutazione che sosterrà il candidato saranno positive, il precario verrà assunto a tempo indeterminato con decorrenza giuridica dal primo settembre del 2021.
Roberto Bosio

Roberto Bosio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *