Immissioni in ruolo 2022/23: fase II, l’individuazione della sede (guida per immagini)

Immissioni in ruolo 2022/23: fase II,  l’individuazione della sede (guida per immagini)

Dopo la conclusione della FASE I e l’individuazione della combinazione provincia\classe di concorso, alcuni uffici scolastici hanno già avviato la seconda fase finalizzata all’individuazione della sede all’interno della provincia.

Come accedere all’Istanza

Per presentare la domanda per la scelta della scuola devo accedere al portale Istanze Online – i più comuni mezzi di accesso sono le credenziali SPID o la CIE (Carta di Identità Elettronica). Una volta entrati nel portale bisogna trovare la funzione “Informatizzazione Nomine In Ruolo – Espressione preferenze sede” e poi cliccare sul pulsante “Vai alla compilazione”

Nella pagina successiva si apre la solita pagina con l’informativa sulla privacy, non possiamo fare altro che cliccare sul pulsante “Accedi” posto in fondo alla pagina. La pagina successiva è quello dell’Elenco Turni. Normalmente dovremo averne solo uno aperto – e in corrispondenza della riga cliccheremo su “Accedi”.

Nella pagina seguente ci saranno i dati personali del candidato – non posso modificarli con questa funzione per cui non resta che cliccare su “AvantiW.

La scelta delle scuole vera e propria

Il nostro consiglio è quello di non usare le scelte sintetiche – per esempio comune o distretto -, ma solo le singole scuole. Ricordatevi che se indicate un istituto scegliete tutte le sedi presenti al suo interno. Il modo più semplice per trovare le singole scuole è quello di indicare nell’immagine che vedete sopra il comune di interesse e poi cliccare sul pulsante “cerca”. In questo modo il sistema visualizzerà tutte le scuole del comune scelto.

Per selezionare una scola sarà necessario cliccare sul quadratino all’inizio della riga e poi su seleziona.

Scelta del comune

Bisogna tener presente che non è possibile inviare la domanda sulla scelta delle sedi se non si sceglie un comune della provincia in cui il docente è stato designato. Quest’ultimo sarà utilizzato come comune di preferenza qualora le sedi indicate non risultassero disponibili – e quindi mi verrà comunque assegnata una sede (se non mi piace dovrò effettuare la rinuncia).

L’ultima cosa è ovviamente l’invio della domanda cliccando su Salva ed inoltra (il pulsante verde che trovate in fondo alla pagina). Il sistema vi chiederà una conferma prima di provvedere all’inoltro definitivo.

Roberto Bosio

Roberto Bosio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.