Immissioni in ruolo 2021, anche i docenti non nominati nella fase 1 potrebbero rientrare con le surroghe

Immissioni in ruolo 2021, anche i docenti non nominati nella fase 1 potrebbero rientrare con le surroghe

Come vi abbiamo spiegato in questo post, il ministero ha finalmente pubblicato la distribuzione del contingente per regione. Così finalmente gli Uffici Scolastici possono avviare la fase 2 delle immissioni in ruolo (quella in cui viene assegnata la scuola di servizio del neoimmesso in ruolo).

Docenti non nominati nella fase 1

Nella fase 1 – quella in cui i docenti devono esprimere il loro ordine di scelta relativamente alle province della regione che hanno scelto per il concorso -, gli uffici scolastici hanno convocato molti più docenti dei posti del contingente – in questo modo volevano aumentare il numero delle assunzioni al netto delle possibili rinunce.

Quanto scritto prima serve per spiegarvi che non tuti quelli che sono stati chiamati ad esprimere una scelta nella fase 1 avranno un posto in queste immissioni.

Nomine in surroga

Chi si trova in una graduatorie di merito e non risulta assegnatario di un posto su una provincia dovrebbe comunque monitorare il sito dell’USR di riferimento. Per quale motivo? Perché dopo la fase 2 – quella in cui assegna una scuola ai docenti scelti nella fase 1 – ci potrebbero essere ancora dei posti vuoti.

Questo perché alcuni docenti infatti potrebbero rinunciare al ruolo in quanto assegnati a provincia o scuola non gradita. I posti che si verranno a liberare in questo modo potrebbero essere assegnati per surroga, ovvero per scorrimento della graduatoria.

Roberto Bosio

Roberto Bosio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *