Immissioni in ruolo 2021, come avverranno le assunzioni da GPS

Immissioni in ruolo 2021, come avverranno le assunzioni da GPS

Premessa necessaria. Quello che racconto nasce dalla lettura di una bozza. Ciò significa che tutto quello che scriverò potrebbe non valere più tra qualche ora, perché ci potrebbero essere delle modifiche al testo.

Immissioni in ruolo per il 2021/22 da GPS

Il decreto Sostegni Bis prevede delle misure straordinarie che varranno unicamente per l’anno scolastico 2021/22 relativamente alle immissioni in ruolo. Secondo questa norma – che ricordiamo deve essere ancora approvata – se residuano posti comuni e di sostegno dopo le operazioni di immissioni in ruolo, sarà possibile assegnarli con contratto a tempo determinato a docenti che si trovino nella prima fascia delle graduatorie provinciali – le famigerate GPS.

I requisiti necessari per ottenere l’assegnazione

Potranno partecipare a questa fase delle immissioni i docenti:

  • che dispongono un’abilitazione (oppure hanno la specializzazione nel sostegno)
  • che possono vantare tre anni di precariato negli ultimi dieci.

Questo contratto verrà proposto esclusivamente nella provincia e per le classi di concorso in cui il docente risulta in prima fascia (o negli elenchi aggiuntivi).

Anno di formazione e prova finale 

I docenti destinatari di questo contratto dovranno compiere un percorso annuale di formazione iniziale e prova – e al termine dovranno sostenere una prova disciplinare valutata da una commissione esterna. Chi raggiunge una valutazione positiva verrà confermato in ruolo nella medesima istituzione scolastica in cui ha prestato servizio.

Vittorio Borgatta

Vittorio Borgatta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *