Festa della donna 2021, dove nasce l’8 marzo

Festa della donna 2021, dove nasce l’8 marzo

Oggi, 8 marzo, si celebra la Giornata internazionale dei diritti della donna. Non è un giorno in cui celebrare il sesso femminile, ma un invito a riflettere sulle lotte passate per garantire alle donne alcune conquiste sociali, e soprattutto su quanto resta da fare per eliminare le tante discriminazioni che ancora oggi impediscono di perseguire un’autentica parità tra i due sessi.

Le bufale sull’8 marzo

Perché è stato scelto l’8 marzo? Anche se molti lo credono, la scelta di questa data non deriva dal rogo avvenuto in una fabbrica tessile, l’8 marzo 1908, in cui persero la vita decine di operaie – ne avvenne uno simile il 25 marzo 1911.

E’ una fake news anche il collegamento con una violenta repressione di una repressione di operaie tessili, operato dalla polizia di New York nel lontano 1857.

Dove nasce l’8 marzo

Questa ricorrenza è nata l’8 marzo 1917 a San Pietroburgo. In quell’occasione un gruppo di donne una grande manifestazione che chiedeva la fine della prima guerra mondiale. La fiacca reazione dei cosacchi incoraggiò l’emergere di nuove proteste che portarono alla fine dello zarismo.

Per questo, il 14 giugno 1921, la Seconda conferenza internazionale delle donne comuniste, stabilì che l’8 marzo sarebbe diventata la Giornata internazionale dell’operaia.

La Giornata come la conosciamo ora

La Giornata internazionale dei diritti della donna, nella forma in cui la conosciamo ora, è stata creata dall’ONU il 16 dicembre 1977. Ovviamente è nata a seguito di anni di dibattiti. La scelta dell’ONU ha permesso di far diventare questa ricorrenza globale. Prima di allora veniva prevista in forma diversa in molti paesi del mondo. 

Roberto Bosio

Roberto Bosio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.