Congedo parentale e part time verticale, come si computano i giorni?

Congedo parentale e part time verticale, come si computano i giorni?

Le segreterie e i docenti sono spesso in difficoltà su come conteggiare i giorni di congedo parentale in caso di part time verticale. In particolare ci si chiede se, quando c’è la richiesta di un periodo continuativo di congedo, si debbano conteggiare anche i giorni in cui non c’è la prestazione lavorativa, in assenza di una ripresa del servizio.

A questo ha dato risposta l’ARAN richiamando l’art. 12 del CCNL 2006/09 che al comma 6 dice “nel caso di fruizione continuativa comprendono anche gli eventuali giorni festivi che ricadono all’interno degli stessi. Tale modalità di computo trova applicazione anche nel caso di fruizione frazionata, ove i diversi periodi di assenza non siano intervallati dal ritorno al lavoro del lavoratore o della lavoratrice”. Quindi è parere dell’ARAN: “L’aver considerato i giorni festivi o, comunque, non lavorativi ricompresi all’interno dell’istituto del congedo parentale comporta che, sotto il profilo contrattuale, il calcolo di tale periodo di assenza debba effettuarsi tenendo conto di tutti i giorni di calendario ricadenti nel periodo di congedo richiesto. “

https://www.aranagenzia.it/orientamenti-applicativi/comparti/istruzione-e-ricerca/7734-istruzione-e-ricerca-aspettativacongedi/11715-cir34.html

Guido Ferrari

Guido Ferrari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *