Concorso straordinario ruolo, guida per immagini: Titoli di preferenza

Concorso straordinario ruolo, guida per immagini: Titoli di preferenza
Sesta puntata della guida alla compilazione della domanda per il concorso straordinario ruolo

Questa parte della domanda riguarda alcune categorie di cittadini (contenuti nel comma 4 dell’articolo 5 del DPR 9 maggio 1994, n. 487) che a parità di merito e di titoli hanno diritto ad essere scelti prima degli altri.

Titoli di preferenza: c’è una gerarchia

L’ordine presente nei titoli di preferenza ha valore gerarchico. Ciò vuol dire che, a parità di punteggio, chi è in possesso del titolo di preferenza al punto 4) finirà nella graduatoria finale davanti a chi ha – ad esempio – il titolo di preferenza al punto 8).

Elenco titoli di preferenza (prima parte)
  1. gli insigniti di medaglia al valor militare;
  2. i mutilati ed invalidi di guerra ex combattenti;
  3. i mutilati ed invalidi per fatto di guerra;
  4. i mutilati ed invalidi per servizio nel settore pubblico e privato;
  5. gli orfani di guerra;
  6. gli orfani dei caduti per fatto di guerra;
  7. gli orfani dei caduti per servizio nel settore pubblico e privato;
  8. i feriti in combattimento;
  9. gli insigniti di croce di guerra o di altra attestazione speciale di merito di guerra, nonché i capi di famiglia numerosa;
  10. i figli dei mutilati e degli invalidi di guerra ex combattenti;
  11. i figli dei mutilati e degli invalidi per fatto di guerra;
  12. i figli dei mutilati e degli invalidi per servizio nel settore pubblico e privato;
  13. i genitori vedovi non risposati, i coniugi non risposati e le sorelle ed i fratelli vedovi o non sposati dei caduti di guerra;
  14. i genitori vedovi non risposati, i coniugi non risposati e le sorelle ed i fratelli vedovi o non sposati dei caduti per fatto di guerra;
  15. i genitori vedovi non risposati, i coniugi non risposati e le sorelle ed i fratelli vedovi o non sposati dei caduti per servizio nel settore pubblico o privato;
  16. coloro che abbiano prestato servizio militare come combattenti;
  17. coloro che abbiano prestato lodevole servizio a qualunque titolo, per non meno di un anno nell’amministrazione che ha indetto il concorso; 
  18. i coniugati e i non coniugati con riguardo al numero dei figli a carico;
  19. gli invalidi ed i mutilati civili;
  20. militari volontari delle Forze armate congedati senza demerito al termine della ferma o rafferma.
E se non basta?

Se due candidati hanno ottenuto nel concorso lo stesso punteggio ed hanno gli stessi titoli di preferenza, la scelta tra i due è determinata da:

  • numero dei figli a carico (non conta se si è sposati o meno);
  • dall’aver prestato lodevole servizio nelle amministrazioni pubbliche;
  • ed infine dalla maggiore età.

Cosa fare in questa sezione?

Se abbiamo uno dei titoli di preferenza, bisogna aprire il relativo menù a tendina, flaggare il relativo quadrato ed indicare quanto richiesto (e ovviamente cliccare sul pulsante SALVA).

Vittorio Borgatta

Vittorio Borgatta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *