Concorso straordinario abilitante, con la crisi di governo la procedura potrebbe ritardare ancora

Concorso straordinario abilitante, con la crisi di governo la procedura potrebbe ritardare ancora

La mancata fiducia al governo Draghi potrebbe portarsi dietro diversi aspetti negativi. Uno di cui si è parlato poco è sicuramente l’ulteriore ritardo che potrebbe subire il treno dei concorsi, ed in particolare il concorso straordinario abilitante.

Domanda a luglio 2020

Decine di migliaia di precari hanno presentato domanda di partecipazione al concorso entro la metà di luglio del 2020 – pagando anche i diritti di segreteria (15 euro a persona). Già una volta – in fase di conversione del Decreto Sostegni bis – era uscita la data del 15 dicembre 2021 come termine ultimo per lo svolgimento della prova. Con ogni probabilità però non sarà possibile svolgere questa procedura entro il prossimo autunno, perché solo ad ottobre inoltrato potremmo conoscere il nome del nuovo ministro dell’Istruzione.

I sindacati hanno chiesto in diverse occasioni dei chiarimenti al ministero. Non hanno ottenuto risposta.

Roberto Bosio

Roberto Bosio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *