Concorsi, si parte dal 22 ottobre

Concorsi, si parte dal 22 ottobre

Nella giornata di oggi ci sarà l’incontro tra il Ministro Azzolina e le Organizzazioni Sindacali per l’informativa sui concorsi, con la quale verranno ufficializzate le date e la tempistica, ma già molti quotidiani hanno pubblicato la data di partenza dei concorsi. Fonti di stampa annunciano che si partirà il 22 ottobre con il concorso straordinario, per il quale sono stati messi a bando 32.000 posti. A seguire ci saranno le prove dei concorsi ordinari per infanzia/ primaria e per le secondarie di I/II grado con altri 46.000 posti messi a concorso. L’obbiettivo del ministero e quello di avere i docenti del concorso straordinario in ruolo entro la fine del 2020. Le prove computer based si terranno sia nelle scuole, che presso le università che hanno dato la loro disponibilità. Le assunzioni saranno spalmate su più anni. La procedura del concorso straordinario sarà molto celere, i posti messi però a concorso non riusciranno a coprire tutti i vuoti in organico e si dovrà attendere anche il termine del concorso ordinario, che prevede più prove per coprire parzialmente la carenza di insegnanti, soprattutto sui posti di sostegno e al nord Italia.

Guido Ferrari

Guido Ferrari

Un pensiero su “Concorsi, si parte dal 22 ottobre

  1. io non riesco a comprendere una cosa.
    abbiamo un emergenza insegnanti molti operano nella scuola facendo i supplenti a “vita” di cui molti sono andati in pensione con il precariato altri hanno vinto nel passato dei concorsi che poi non li hanno mai chiamati e ci mettiamo a fare un concorso in mezzo a una pandemia .Ma!!!
    dopo di che sono venuta a conoscenza tutti coloro che escono dalle università con titoli scientifici come medici dottori ecc non devono più superare un concorso di abilitazione.
    siamo alle solite categorie “protette”? perchè ci sono finanziamenti per covid?
    allora si dovrebbe fare lo stesso sitema per tutte le altre università non credete? la legge è uguale per tutti o no? facciamo un analisi : senza il concorso straordinario ovviamente non puoi chiamare chi è nelle graduatorie provinciali dunque le cattedre rimarranno sprovviste fino a quando? secondo abbiamo precari di anni 15 20 di insegnamento ma non credete che abbiano già fatto una sana gavetta? io credo personalmente si. Spesso il mestiere e la passione si dimostra in campo. gestione della situazione : i vincitoei di concorsi tutti assunti ovviamente, quelli con più di 15 o 20 anni di precariato come supplenti proprio per il premio “carriera” tutti a ruolo ,quelli a cui mancano 2-1 vicino alla pensione avrei dato pensione anticipata . Il resto supplenti nelle graduatorie e in fine spetta a coloro che hanno fatto domanda diretta perchè non hanno titoli.
    Tutti i concorsi ordinari e straordinario rimandati dopo gli esami di maturità scolastica a settembre graduatorie di chi è rientratrato o vinto il concorso. Non comprendo se c’è un emergenza una nuova legge o un nuovo decreto andava fatto prprio per emergenza COVID non vi pare.
    Buona giornata
    da parte di una ex insegnante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *