COMPENSI FIS: CHIEDETE E VI SARÀ NEGATO, FORSE…

COMPENSI FIS: CHIEDETE E VI SARÀ NEGATO, FORSE…

La nota MI 594 dello scorso 20 aprile a cura del Capo Dipartimento, Stefano Versari, ribadisce l’orientamento del Garante della Protezione dei dati personali del 28 dicembre scorso (Nota 49472), per cui, rispetto alla conoscibilità delle somme erogate individualmente al personale scolastico col Fondo d’istituto (soldi pubblici, occorre sottolinearlo, e in particolare soldi provenienti dal monte salari del personale, in gran parte, quindi, dai docenti), prevale il diritto alla privacy rispetto a quello alla trasparenza. È sempre stupefacente osservare come un “Parere” (sic!) di un Garante, che non è un atto normativo né legislativo, possa avere tanta rilevanza per i dirigenti scolastici, all’insegna del “fa più paura una multa (la pago io) di una causa (ci pensa l’Avvocatura)”: è il potere della soft-law delle Authority, che comportando un effetto sanzionatorio concreto e pecuniario, hanno più efficacia deterrente delle leggi stesse. Detto questo, la Nota di Versari contiene un esplicito invito alle organizzazioni sindacali, supponiamo alle loro strutture provinciali, dal momento che non si fa alcuna esplicita menzione delle RSU di istituto, il cui diritto a conoscere l’utilizzo dettagliato di quanto pattuito in contrattazione rimane quindi impregiudicato. Di quale invito parliamo? Quello di chiedere accesso agli atti ai sensi della 241/1990. Sarà facoltà, ma meglio potremmo definirlo “onere”, del dirigente scolastico negare tale accesso agli atti, ma la Nota lo rende dirigenzialmente responsabile di tale diniego. Se chi ha diritto a chiedere, avendo un interesse reale e concreto a conoscere, si vedrà negato l’accesso, chi ha diritto a negare dovrà assumersi questa responsabilità direttamente, in quanto l’amministrazione centrale pone in capo al singolo dirigente scolastico la negazione del principio di trasparenza.

Stefano Battilana

Stefano Battilana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *