La ministra Azzolina risponde con una lettera al CSPI: renderemo la scuola più forte

La ministra Azzolina risponde con una lettera  al CSPI: renderemo la scuola più forte

Il ministro Lucia Azzolina ha dato notizia sui social di aver risposto con una lettera a quella ricevuta dal CSPI, scaricabile sul sito del Ministero LETTERA AL CPSI

Nella lettera il ministro sottolinea come l’emergenza abbia messo al centro del Paese la scuola, cosa che doveva avvenire già prima. Questo, secondo il ministro, ha portato ad un’inversione dei finanziamenti, con risorse che per la maggior parte sono destinate a durare nel tempo. Fondamentale per Lucia Azzolina è coniugare il diritto all’istruzione e quello alla salute e il futuro del Paese si costruisce a scuola. Nella lettera si sottolinea che: “lo scorso 23 dicembre sono state siglate, nell’importante e significativa sede della Conferenza Unificata, in cui siedono il Governo, le Regioni e gli Enti locali, le Linee Guida per la ripresa della scuola in presenza nel mese di gennaio e la prosecuzione dell’anno scolastico in corso“. il lavoro è, secondo la ministra, rivolto al rientro a scuola in sicurezza, con tracciamenti, trasporti e scaglionamento degli ingressi. “Il vaccino apre una strada di speranza, ma il virus non è ancora sconfitto” afferma e con la legge di bilancio e con le risorse del Recovery fund si dovrà dare una spinta per rendere la scuola più forte.

Vito Carlo Castellana

Vito Carlo Castellana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *