Sospensione docenti no vax, il dirigente ritira la circolare

Sospensione docenti no vax, il dirigente ritira la circolare

Si può sospendere un docente che decide di non farsi somministrare un vaccino contro il Covid? Secondo un Dirigente scolastico sembrerebbe di sì.

La circolare incriminata

“Come datore di lavoro formale non posso obbligarvi al vaccino ma sappiate che ho l’obbligo di sorvegliare che nessuno dei lavoratori dell’Istituto possa costituire un rischio per la salute propria, dei colleghi e dei bambini e ragazzi affidateci. Se un lavoratore si rifiuterà di fare il vaccino ed io ne avrò notizia certa, sarà mio dovere sospenderlo dal servizio: per la sicurezza degli altri lavoratori e di tutta l’utenza. Chi non può prestare la propria opera in sicurezza per propria volontà e senza giustificazione sanitaria non può essere retribuito per una prestazione lavorativa che sceglie di non prestare alle uniche condizioni possibili”.

e ancora i “datori di lavoro possono e devono sospendere senza retribuzione i lavoratori che espongono, per propria scelta personale non giustificata da motivazioni sanitarie documentabili, se stessi, i colleghi e l’utenza a rischi evitabili e ben noti”.

Interpretazione fantasiosa

Si tratta ovviamente di un tema delicato che dovrebbe essere affrontato e risolto non certo con le disposizione arbitrarie di un dirigente scolastico che va chiaramente al di là delle proprie prerogative. Come hanno rilevato i rappresentanti sindacati di UIL, SNALS e GILDA che hanno inviato una missiva all’autore della circolare: “il dirigente scolastico, con riguardo al personale docente, educativo ed A.T.A. della scuola che non intenderà vaccinarsi, non ha alcuna competenza sanzionatoria in quanto non sussiste l’eventuale infrazione” – e comunque un dirigente scolastico non può sanzionare un docente con la sospensione dal servizio.

I rappresentanti sindacali hanno chiesto anche il ritiro della circolare. una richiesta che, a quanto sembra, è stata accolta.

Vittorio Borgatta

Vittorio Borgatta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *