Scuole riaperte già dal 9 dicembre? per l’opposizione “una scemenza”

Scuole riaperte già dal 9 dicembre? per l’opposizione “una scemenza”

Continua in maggioranza la discussione in merito alla riapertura delle scuole. Il premier Conte ha più volte ribadito che le lezioni in presenza sono una priorità. Tra gli epidemiologi c’è stato il solito rimbalzo e quella che dovrebbe essere una verità “scientifica” è diventata un’opinione. Come al solito con i virologi divisi tra chi ritiene che le scuole possano essere veicolo di diffusione del contagio e chi la pensa esattamente al contrario. A richiedere a gran voce il rientro a scuola ci sarebbero il ministro Azzolina sostenuta da Conte, da M5S e da Italia Viva e sembra che anche lo stesso ministro Speranza, inizialmente molto cauto, ora sia diventato possibilista. Di contro c’è il Pd che invece è molto prudente. Durissima l’opposizione, il senatore di Forza Italia Francesco Giro che sottolinea: “Riaprire le scuole il 9 dicembre per richiuderle il 23? Mi sembra una scemenza

L’Anci si è resa disponibile a collaborare, ma chiede potenziamento dei trasporti, test rapidi e ingressi scaglionati. Il presidente dell’Anci e sindaco di Bari De Caro ha detto: “Abbiamo offerto la nostra massima disponibilità a collaborare con il governo: l’obiettivo comune è di riaprire le scuole. Un obiettivo con ogni evidenza di interesse dei bambini e dei ragazzi nella duplice ottica di contenere la dispersione scolastica e garantire l’indispensabile socialità assicurata nelle prime classi”

Guido Ferrari

Guido Ferrari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *