Rientro a scuola: sintesi del protocollo di sicurezza da rispettare

Rientro a scuola: sintesi del protocollo di sicurezza da rispettare

Il Protocollo di sicurezza , approvato nel mese di agosto , è uno strumento finalizzato al rientro a scuola dei docenti e degli studenti.  Il comitato tecnico-scientifico ha fornito numerose indicazioni sulle diverse disposizioni contenute nel documento.

Servizio Help Dest

Per tutte le istituzioni scolastiche è stato predisposto un servizio di Help Desk dedicato alle istituzioni scolastiche, per richiedere assistenza via web, raggiungibile tramite il seguente percorso: “SIDI → Applicazioni SIDI →Gestione Finanziario Contabile → Help Desk Amministrativo Contabile”, al fine di raccogliere quesiti e segnalazioni sull’applicazione delle misure di sicurezza e fornire assistenza e supporto operativo anche di carattere amministrativo.

Sintomi da Covid

Ciascun lavoratore è tenuto ad informare tempestivamente il Dirigente scolastico o un suo delegato di eventuali contatti stretti con persone positive, della presenza di qualsiasi sintomo influenzale durante l’espletamento della propria prestazione lavorativa o della presenza di sintomi negli studenti presenti all’interno dell’istituto.

Ai sensi di quanto previsto dall’articolo 1, comma 3 del D.L. n. 23 del 2021 “In presenza di soggetti risultati positivi all’infezione da SARS-CoV-2 o di casi sospetti, nell’ambito scolastico e dei servizi educativi dell’infanzia, si applicano le linee guida e i protocolli adottati ai sensi dell’articolo 1, comma 14, del decreto-legge 16 maggio 2020, n. 33, convertito con modificazioni dalla legge 14 luglio 2020, n. 74, nonché ai sensi dell’articolo 10-bis del decreto-legge 22 aprile 2021, n. 52, convertito con modificazioni dalla legge 17 giugno 2021, n. 87.”


Secondo quanto indicato dal verbale del CTS n. 34/2021 “In caso di sintomi indicativi di infezione acuta delle vie respiratorie di personale o studenti, occorre attivare immediatamente la specifica procedura: il soggetto interessato dovrà essere invitato a raggiungere la propria abitazione e si dovrà attivare la procedura di segnalazione e contact tracing da parte della ASL competente”.

Quarantena

Secondo il verbale n. 39 del 5 agosto 2021,  “i soggetti che hanno completato il ciclo vaccinale, questo periodo possa limitarsi a 7 giorni , a condizione che, alla scadenza di tale termine, venga effettuato un test diagnostico di esito negativo con uno dei tamponi connotati dalle caratteristiche di affidabile performance identificate nelle vigenti circolari del Ministero della salute”. In diverse occasioni in ministro Bianchi ha evidenziato la necessità di ridurre i tempi della quarantena in caso di soggetti vaccinati.

Temperatura oltre i 37.5°

Obbligo di rimanere nel proprio domicilio in presenza di temperatura oltre i 37.5° o altri sintomi simil-influenzali e di chiamare il proprio medico di famiglia e l’autorità sanitaria.

Utilizzo di mascherine

È obbligatorio, per chiunque entri o permanga negli ambienti scolastici, adottare precauzioni igieniche e l’utilizzo di mascherina. A prescindere dalla situazione epidemiologica, il dispositivo di protezione respiratoria previsto per gli studenti è la mascherina di tipo chirurgico.

Misure di distanziamento

Si prevede il rispetto di una distanza interpersonale di almeno un metro (sia in posizione statica che dinamica) qualora logisticamente possibile e si mantiene anche nelle zone bianche la distanza di due metri tra i banchi e la cattedra del docente.
Con riferimento ai servizi educativi dell’infanzia, non essendo sempre possibile garantire l’adozione di alcune misure di prevenzione (quali il distanziamento e l’uso di mascherine), è raccomandata una didattica a gruppi stabili.

Noto sindacato Gilda non firma. Nulla contro classi pollaio.

Il noto sindacato Gilda degli Insegnanti non ha firmato il protocollo di sicurezza. La vice coordinatrice Di Patre ha dichiarato: “Come già accaduto l’anno scorso, non firmiamo nemmeno quest’anno. Non siamo soddisfatti di quanto c’è scritto, nulla è stato fatto di concreto sulle classi pollaio”.


Francesco Pititto

Francesco Pititto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *