Riceviamo e pubblichiamo una riflessione del coordinatore provinciale della Gilda di Bari indirizzata al presidente della reg. Puglia

Riceviamo e pubblichiamo una riflessione del coordinatore provinciale della Gilda di Bari indirizzata al presidente della reg. Puglia

Gentile presidente Michele Emiliano Ritengo non corretta la decisione di tenere aperte le sole scuole dell’infanzia. Le maestre e i maestri di questo ordine di scuola sono proprio quelli più a rischio. Nella scuola dell’infanzia non può esserci distanziamento e i bambini sono (per ovvi motivi) tutti senza mascherina. Le maestre e i maestri inoltre spesso devono avere necessariamente un contatto fisico con i bambini. Certo la Didattica a distanza è praticamente impossibile con i bambini nella fascia di età dai 3 ai 6 anni. Se però si tratta di una decisione temporanea, per fermare il contagio, forse si doveva incominciare proprio da qui. Discutibile è anche, per tutti gli ordini di scuola, la presenza dei soli disabili nelle scuole. L’inclusione si attua coinvolgendo gli studenti diversamente abili con il gruppo classe e non escludendoli, mandandoli a scuola da soli.

prof. Vito Carlo Castellana (coord. prov. Gilda degli Insegnanti di Bari)

I lettori ci scrivono

I lettori ci scrivono

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *