Regole anti-Covid a scuola, cosa fare per l’anno scolastico 2022/23

Regole anti-Covid a scuola, cosa fare per l’anno scolastico 2022/23

Abbiamo raccolto in una serie di FAQ le nuove regole che ha stabilito il ministero della Salute con la circolare del 31 agosto.

Come cambiano le regole sulla quarantena?

In base alla nuova circolare emanata dal ministero della Salute, i casi positivi si dividono tra i sintomatici e chi non ha mai mostrato i segni della malattia. I primi potrebbero restare in quarantena fino a 14 giorni dal primo tampone positivo, e poi possono tornare, a prescindere dall’effettuazione del test

Chi è asintomatico, oppure sono stati dapprima sintomatici ma risultano asintomatici da almeno due giorni, l’isolamento potrà terminare dopo 5 giorni (prima erano sette).

E i contatti stretti?

Chi si è trovato a stretto contatto con soggetti positivi al Covid possono continuare ad essere in presenza. Devono solo utilizzare le mascherine di tipo FFP2 per 10 giorni. Ma questo vale solo se sono asintomatici, se presentano sintomi devono fare al più presto un test antigenico o molecolare (da ripetere in caso di esito negativo dopo cinque giorni).

C’è ancora la Dad?

Gli alunni positivi dovranno stare a casa fino a che non saranno negativi ma non potranno seguire le lezioni in Dad. Questa modalità era possibile solo fino alla conclusione del passato anno scolastico.

C’è ancora l’obbligo di mascherina in classe?

Non c’è più l’obbligo. La mascherina non è più obbligatoria (almeno per ora), tranne per gli alunni con fragilità.

Gli studenti con il raffreddore (ma senza febbre) possono andare a scuola?

Sì. Secondo il ministero “gli studenti possono frequentare in presenza indossando mascherine chirurgiche/FFP2 fino a risoluzione dei sintomi”.

Vademecum e Faq ministero

Roberto Bosio

Roberto Bosio