Precari scuola: malattia, permessi e assenze. La guida.

Precari scuola: malattia, permessi e assenze. La guida.

Docenti con contratto al 31 agosto o al 30 giugno. Assenza per malattia

L’assenza per malattia comporta la conservazione del posto per 9 mesi in un triennio scolastico. La retribuzione in “ciascun anno” (art. 19 CCNL).

è intera per il primo mese50% nel secondo e terzo mesenei mesi successivi non è prevista retribuzione

Docenti su supplenze brevi (contratto stipulato da DS). Assenza per malattia

Il personale docente assunto a tempo determinato con contratto stipulato dal dirigente scolastico ha diritto, nei limiti della durata del contratto medesimo, alla conservazione del posto per un periodo non superiore a 30 giorni annuali, retribuiti al 50% (art. 19, c.10 CCNL).

Permessi per motivi personali e familiari

Ai sensi dell’art.19, comma 7, del CCNL scuola 2006/2009, al personale docente assunto a tempo determinato sono concessi permessi “non retribuiti”, per la partecipazione a concorsi od esami, nel limite di otto giorni complessivi per anno scolastico, ivi compresi quelli eventualmente richiesti per il viaggio. Sono, inoltre, attribuiti permessi “non retribuiti”, fino ad un massimo di sei giorni, per i motivi familiari o personali.

Permessi per matrimonio e lutto

Sono garantiti 15 giorni consecutivi , per matrimonio e 3 giorni per lutto familiare senza interrompere l’anzianità di servizio e se coperti da contratto.

Nello specifico l’art. 15, comma 3, stabilisce quanto segue: “il dipendente ha altresì diritto ad un permesso di 15 giorni consecutivi in occasione del matrimonio, con decorrenza indicata dal dipendente medesimo, ma comunque fruibili da una settimana prima a due mesi successivi al matrimonio stesso”.

Permesso per partecipazione a concorsi ed esami

Sono previsti 8 giorni complessivi all’anno, non retribuiti, per la partecipazione a concorsi ed esami.

L’art. 19 c.7 del CCNL 2006/09 specifica : “al personale docente, educativo ed ATA assunto a tempo determinato, ivi compreso quello di cui al precedente comma 5 (personale con nomina annuale), sono concessi permessi non retribuiti, per la partecipazione a concorsi od esami, nel limite di otto giorni complessivi per anno scolastico, ivi compresi quelli eventualmente richiesti per il viaggio.“

Permesso breve

I docenti a tempo determinato possono usufruire di permessi brevi fino alla metà dell’orario di servizio giornaliero (massimo due ore). Le ore richieste dovranno essere recuperate, su richiesta della scuola, entro i due mesi successivi. Il tetto massimo di permessi orari per anno scolastico è pari alle ore di insegnamento settimanale del singolo docente.

Francesco Pititto

Francesco Pititto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *