Pittoni su precariato: “servirebbero non meno di 120 mila assunzioni di docenti vere, cioè a tempo indeterminato”

Pittoni su precariato: “servirebbero non meno di 120 mila assunzioni di docenti vere, cioè a tempo indeterminato”

Mario Pittoni , vicepresidente della commissione Cultura al Senato , sulla base dei dati a disposizione è intervenuto sull’annosa questione dei precari storici nel mondo della scuola:

“Servirebbero non meno di 120 mila assunzioni di docenti vere, cioè a tempo indeterminato. Saltato il decreto Scuola, si poteva comunque limitare i danni arrivando a reclutare fino a 70-80 mila insegnanti su posti vacanti e disponibili (quindi finanziariamente coperti) estendendo le assunzioni in ruolo alla seconda fascia delle graduatorie provinciali. E sarebbe stata una delle rare occasioni negli ultimi anni in cui il Parlamento riusciva a imporre la propria volontà, creando fra l’altro le condizioni per chiedere un decreto interamente dedicato ai principali problemi del settore. Abbiamo fatto appello alla massima condivisione di una proposta ispirata a due principi fondamentali dell’Unione Europea, che anche l’Italia è tenuta a rispettare: con tre anni di servizio il docente ha diritto a un percorso formativo abilitante (quindi pari dignità rispetto a chi è già abilitato); dopo 3 anni a tempo determinato l’insegnante ha diritto al contratto a tempo indeterminato appena il posto si rende disponibile, come peraltro prevede il nostro ddl 355. Ma non c’è stato nulla da fare: ha vinto l’asse M5s-Pd, nonostante ignorare tali indicazioni indebolisca la lotta al precariato cronico”.

Francesco Pititto

Francesco Pititto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *