Nuovo concorso sul sostegno, cosa sappiamo finora

Nuovo concorso sul sostegno, cosa sappiamo finora
Facciamo il punto sul concorso sul sostegno inserito con un emendamento

Come vi abbiamo spiegato in questo post, la commissione di Bilancio della Camera ha approvato un emendamento che porterebbe all’indizione di un concorso straordinario sul sostegno. Ritorniamo sul tema per fare il punto della situazione.

Cosa sappiamo (o possiamo supporre)

Per semplicità ho compilato il seguente elenco (in ordine di importanza):

  1. potranno accedere al concorso i docenti in possesso del titolo di specializzazione sul sostegno;
  2. il concorso potrà consistere in una o due prove (potrebbe esserci anche un test preselettivo, ma visto quanti specializzati ci sono in rapporto ai posti disponibili, è poco probabile che ci sia);
  3. non si sa nulla sui tempi, ne sulla tipologia delle prove, e se queste prove arriveranno prima o dopo (oppure saranno in contemporanea) a quelle del concorso ordinario;
  4. per sapere il contenuto esatto del concorso bisognerà aspettare un decreto del ministro dell’Istruzione (compresi i diritti di segreteria, ovvero il contributo che dovranno pagare i candidati al concorso).
I problemi

Prima di poter dare un giudizio su questo nuovo concorso bisognerebbe:

  • sapere la tipologia delle prove e le eventuali differenze con il concorso ordinario;
  • sapere quanti sono i posti disponibili per questo concorso suddivisi per regione;
  • in quale ordine verranno gestite le immissioni in ruolo, visto che ci saranno vincitori dal concorso ordinario e da quello riservato al sostegno.

Bisogna poi capire come verrà trattata l’anomalia della graduatoria definitiva del concorso che secondo l’emendamento dovrebbe essere integrata e modificata ogni due anni – sarebbe il primo concorso scuola fatto così. Se rimanesse tutto così ci sarebbe il forte rischio di avere tanti ricorsi.

Vittorio Borgatta

Vittorio Borgatta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *