Mutui INPS, richieste sul sito a partire dal 15 gennaio 2024

Mutui INPS, richieste sul sito a partire dal 15 gennaio 2024

Il primo gennaio dell’anno da poco concluso è entrato in vigore il nuovo Regolamento per la concessione dei mutui ipotecari edilizi agli iscritti alla Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie e sociali, che illustra nel dettaglio le modalità per richiedere un finanziamento agevolato a lungo termine.

Quando posso chiedere un mutuo INPS?

Si può chiedere un finanziamento all’INPS per uno dei seguenti motivi:

  • sostenere le spese di acquisto, costruzione o ampliamento della prima e unica casa di abitazione;
  • acquistare o costruire un box o posto auto destinato a diventare pertinenza della prima e unica casa di abitazione;
  • sostenere le spese per l’iscrizione e la frequenza di corsi di studio per sé stessi o per i componenti del nucleo familiare;
  • chiudere un mutuo già contratto con una banca (cd. portabilità o surroga).

Chi può chiedere un mutuo INPS?

Possono accedere a questa opzione i soggetti iscritti alla Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie e sociali da almeno un anno. Ciò significa che possono fare questa domanda:

  • chi ha un contratto di lavoro a tempo indeterminato al momento in cui presenta la domanda;
  • o una/un pensionata/o.

Durata del mutuo e tempi di concessione

I finanziamenti potranno avere durata compresa tra i 10 ed i 30 anni (valgono tutte le scadenze intermedie, se sono divisibili per cinque).

La domanda per ottenere il mutuo potrà essere effettuata unicamente attraverso il portale dell’INPS, e dovrebbe essere definito entro il termine di 75 giorni – mentre la liquidazione dovrebbe avvenire entro 120 giorni.

Roberto Bosio