Mobilità 2021, resta il vincolo quinquennale

Mobilità 2021, resta il vincolo quinquennale

Ieri sera dopo le 21 il ministero dell’Istruzione ha pubblica le ordinanze sulla mobilità – le trovate a questo link.

I vincoli presenti

Tutti i partiti politici a parole si erano dichiarati favorevoli all’abolizione dei vincoli sulla Mobilità. Alla fine però tutto è restato uguale. E quindi resta il vincolo triennale per i docenti che hanno partecipato alla mobilità negli anni passati ed hanno ottenuto una delle sedi indicate nella scelta analitica.

C’è poi sempre il vincolo quinquennale per i docenti neoassunti dal 1° settembre 2020 o con decorrenza giuridica dal 1° settembre 2019 da graduatorie del concorso DDG n. 85/2018. Possono partecipare alla mobilità i docenti titolari sul sostegno che si trovano nel periodo di vincolo quinquennale se non vogliono solo spostarsi di sede. Forti critiche per questo sono arrivate da Gilda e Snals

La funzione del sistema informatico

A quanto sembra, chi si trova legato da uno di questi vincoli potrà presentare la domanda di mobilità, ma Istanze OnLine avrà una funzione di controllo, che segnalerà agli uffici territoriali dell’istruzione che il docente non può cambiare sede perché si trova in una delle situazione che abbiamo visto al paragrafo precedente.

Vittorio Borgatta

Vittorio Borgatta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *