Lucia Azzolina e le promesse mancate su classi pollaio e insegnanti di sostegno

Lucia Azzolina e le promesse mancate su classi pollaio e insegnanti di sostegno
La differenza tra gli annunci della ministra su Facebook e la realtà

La ministra Azzolina annuncia l’assunzione di 25.000 insegnanti di sostegno e parla anche delle classi pollaio.

Classi pollaio

Lo sapevamo già, ma ora è arrivato l’annuncio via Facebook della ministra: il tema delle classi pollaio “non troverà posto nella legge di bilancio”. Un nulla di fatto che la Azzolina cerca di mascherare raccontando la favoletta che lei conta di ottenere la riduzione degli alunni per classe mantenendo gli stessi organici anche con il calo demografico. Peccato che questa ipotetica riduzione dovrebbe avvenire nel corso di diversi anni. Cosa succederà veramente in questi anni in termini di organico è un mistero che non conosciamo né noi né lei.

L’assunzione degli insegnanti di sostegno

La ministra, come altri esponenti del governo, sta spacciando in ogni occasione la notizia delle 25.000 assunzioni di insegnanti di sostegno contenute nella legge di bilancio. Nessuno di loro spiega che questo numero è contenuto in un piano triennale, per cui il prossimo anno sono previste solo 5.000 assunzioni.

Stabilizzare i docenti di sostegno

Resta da capire come avverrà il reclutamento. Se si tratta solo di aumentare i numeri delle assunzioni estive, attingendo dalle graduatorie dei concorsi o delle Gae, l’annuncio si risolverebbe nell’ennesimo buco nell’acqua.

Come è accaduto quest’estate: la ministra ha annunciato oltre 80.000 assunzioni che nella realtà sono diventate poco più di ventimila. L’unico modo sensato per riempire qualche vuoto sul sostegno sarebbe quello di prevedere una stabilizzazione dei docenti usciti dai TFA – hanno tutti sostenuto una selezione per poter accedere a queste scuole di specializzazione universitaria. temo però che su questo tema ci si scontri con l’ottusità di una parte della maggioranza.

Roberto Bosio

Roberto Bosio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.