Istruzioni operative e probabile Calendario delle prove scritte del concorso straordinario

Istruzioni operative e probabile Calendario delle prove scritte del concorso straordinario

Il Ministero sta per emanare le istruzioni operative e il calendario delle prove scritte del concorso straordinario.

CALENDARIO PROVE SCRITTE

In ogni aula si terrà un turno al mattino e uno al pomeriggio e dovranno essere presenti in ogni istituto:

  • la commissione di valutazione o, in caso di più sedi di svolgimento della prova, il comitato di vigilanza cui è affidata la gestione amministrativa della prova.
  • uno o più responsabili tecnici d’aula, cui spetterà il compito della gestione tecnica delle postazioni informatizzate per la somministrazione della prova (dall’installazione del software, al caricamento dei risultati in piattaforma).
  • il personale addetto a compiti di sorveglianza ed assistenza interna.
  • i candidati.

Nel caso in cui la prova scritta debba tenersi in più sedi scolastiche, sarà costituito un comitato di vigilanza per ogni sede.

OPERAZIONI PRELIMINARI

  • un numero sufficiente di buste internografate, ovvero oscurate;
  • chiavette USB, una per ogni aula, per singola procedura concorsuale e per ogni turno da conservare agli atti della commissione;
  • una scatola per aula da utilizzare come urna per la scelta casuale del candidato del proprio codice  anonimo;
  • almeno 3 buste bianche internografate (oscurate) A4 per aula e una congrua dotazione di fogli di carta bianca ad uso esclusivo del comitato di vigilanza o della commissione.
  • almeno 3 buste bianche internografate (oscurate) A3 per aula;
  • strumento per la misurazione della temperatura corporea e il materiale indicato nel protocollo di sicurezza.

Operazioni di riconoscimento dei candidati da svolgersi nel rispetto dell’allegato protocollo di sicurezza.

Al mattino il riconoscimento avverrà alle ore 8.00, al pomeriggio alle ore 13.30. Il turno mattutino è previsto dalle 9:00 alle 11:30 e il  turno pomeridiano dalle 14:30 alle 17:00. Ogni candidato dovrà avere un documento di riconoscimento in corso di validità, il codice fiscale, copia della ricevuta del versamento dei diritti di segreteria da esibire e consegnare al momento delle operazioni di riconoscimento.

I candidati dovranno consegnare ai docenti incaricati della vigilanza, a pena di esclusione, ogni tipo di telefono cellulare, smartphone, tablet, notebook, anche se disattivati, e qualsiasi altro strumento idoneo alla conservazione e/o trasmissione di dati, salvo quanto  autorizzato dal Comitato tecnico scientifico in ragione della specificità  delle prove.

PROVA SCRITTA COMPUTERIZZATA

Contenuti

Le prove verteranno sui programmi contenuti all’allegato C al bando di concorso e riportate nell’apposita sezione dello spazio informativo sul sito internet del Ministero.

Svolgimento della prova scritta I candidati ammessi alla prova scritta affronteranno la prova nel giorno, nell’istituzione scolastica e nell’aula indicati negli elenchi pubblicati, almeno 15 giorni prima dello svolgimento della prova stessa, nei siti web istituzionali dagli Uffici scolastici regionali.

Prima dell’avvio della prova scritta, che avrà una durata di 150 minuti, sono previsti i seguenti passaggi procedurali:

  • Dalla scatola urna, contenente i codici anonimi stampati in numero triplo rispetto al numero delle postazioni, il candidato estrarrà a caso il proprio codice anonimo. Queste operazioni possono essere svolte, congiuntamente, dal comitato di vigilanza e dal responsabile d’aula.

Lo scopo di questo codice anonimo è duplice. Il primo è quello di disaccoppiare la prova dall’identità del candidato che l’ha svolta. Il secondo è quello di assicurare la non ripudiabilità della prova. In estrema sintesi, il codice sarà associato alla prova del candidato e, riportato all’interno della prova salvandolo con essa all’interno del file criptato. Questo file, che custodisce l’elaborato del candidato ed il codice anonimo, non conterrà invece alcuna informazione relativa al candidato. L’associazione tra l’identità del candidato ed il codice anonimo (e di conseguenza con la prova) sarà custodita nella busta cartacea internografata che sarà aperta solo ad avvenuta correzione di tutti gli elaborati da parte dalla commissione giudicatrice. Va inoltre precisato che neppure la commissione giudicatrice fino a che non aprirà le buste potrà vedere la corrispondenza fra prova e codice anonimo in modo da assicurare una correzione del tutto anonima.

  • I candidati vengono fatti accedere all’aula uno alla volta. Tale operazione non può iniziare prima che le postazioni PC siano state avviate e sbloccate. In ogni caso è opportuno dare un tempo a tale operazione anche in relazione al numero dei candidati.
  • Il candidato viene riconosciuto, firma il registro d’aula cartaceo ed il responsabile tecnico d’aula spunta sul registro elettronico la presenza;
  • Al candidato viene fatto scegliere un codice anonimo che gli viene consegnato (il nr. di codici anonimi è pari al triplo del numero di postazioni previste in aula);
  • Al candidato viene fatto firmare il proprio modulo anagrafico che gli viene consegnato;
  • Al candidato si consegna una busta internografata e gli si comunica di conservarvi all’interno i due moduli ricevuti senza sigillare la busta;
  • Il candidato viene fatto accomodare.
  • Una volta che tutti i candidati saranno in postazione, il responsabile tecnico d’aula, o il comitato di vigilanza, comunica la parola chiave di inizio/sblocco della prova.
  • La prova ha inizio.
  • Al termine della prova il candidato è tenuto a non lasciare la propria postazione, ed attende lo sblocco  da parte del referente d’aula.
  • Il candidato alla presenza del responsabile tecnico d’aula inserisce nell’apposito form presentato dall’applicazione il codice anonimo e firma sul modulo cartaceo del codice anonimo la conferma di corretto inserimento.
  • Il candidato ripone il modulo anagrafico ed il modulo contenente il codice anonimo all’interno della busta internografata che gli è stata consegnata all’atto della registrazione.
  • La busta internografata viene poi consegnata dal candidato alla commissione o al comitato di vigilanza.

Verbali d’aula e conclusione delle operazioni

Al termine di ogni prova, dovrà essere redatto apposito verbale d’aula che dovrà dare evidenza di tutte le fasi essenziali della prova.
Il verbale d’aula sarà firmato da tutti i componenti della commissione di valutazione  o dal comitato di vigilanza e dovrà essere trattenuto dalla commissione o dal comitato di vigilanza.
Si ricorda che anche per le aule con più di un responsabile tecnico d’aula è previsto un unico verbale d’aula per prova. La busta A4, contenente le bustine con i codici anonimi e i dati anagrafici, sigillata e siglata sui lembi dal comitato di vigilanza o dalla commissione, dovrà essere inserita e conservata, unitamente alla chiavetta USB, ai codici anonimi non estratti, agli originali dei verbali d’aula e del registro cartaceo, nel plico A3 predisposto per la prova scritta, sui cui lembi di chiusura il comitato di vigilanza o la commissione apporrà la firma e la data. Su tale ultimo plico dovrà essere riportato il numerodelle bustine (contenenti moduli anagrafici e codici anonimi) nello stesso custoditi e il numero dei candidati che hanno sostenuto la prova. In caso di annullamento di una prova, il responsabile tecnico d’aula provvederà a digitare l’apposita combinazione di tasti prevista, e il file .BAC dovrà essere esportato e caricato sul sito ma solo come allegato al verbale d’aula. La bustina internografata, contenente il modulo anagrafico e il codice anonimo del candidato escluso, non dovrà essere inserita nella busta internografata A4 ma in quella A3, come allegato al verbale cartaceo d’aula. L’annullamento di una prova, inoltre, deve essere necessariamente verbalizzato e registrato anche sul registro elettronico d’aula cliccando sull’apposita voce.

I Direttori degli Uffici Scolastici Regionali daranno apposite istruzioni affinché i plichi A3, contenenti tutto il materiale sopra descritto, siano loro recapitati e/o conservati in condizioni di massima sicurezza.

Redazione

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *