Graduatorie provinciali, la valutazione del servizio

Graduatorie provinciali, la valutazione del servizio
Cosa prevede la bozza di ordinanza sulla valutazione dei periodi di servizio per le graduatorie provinciali

Ricordatevi sempre che ci troviamo ancora davanti ad una bozza dell’ordinanza che dovrebbe regolare l’aggiornamento/inserimento delle graduatorie provinciali d’istituto (o Gps).

Il servizio aspecifico

A quanto sembra ci dovrebbero essere delle novità rispetto alla bozza iniziale. L’ordinanza dovrebbe prevedere la valutazione di tutti i periodi di insegnamento. E quindi eventuali periodi lavorati nella scuola dell’infanzia e primaria potranno essere valutati come servizio non specifico, così come un anno di servizio svolto per una classe di concorso potrà essere valutato come anno non specifico per altre classi.

Sostegno e alternativa alla religione cattolica

Con ogni probabilità il servizio svolto sul sostegno verrà considerato come non specifico nelle classi di concorso posto comune. Allo stesso modo varrà come servizio aspecifico il servizio di insegnamento nella religione cattolica – e lo stesso vale per l’alternativa per la religione cattolica.

Il possesso del titolo

Nella bozza non si fa più riferimento al fatto che “è valutabile solo il servizio di insegnamento prestato con il possesso del titolo di studio prescritto dalla normativa vigente all’epoca della nomina e relativo alla classe di concorso o posto per il quale si chiede l’inserimento in graduatoria”.

Vittorio Borgatta

Vittorio Borgatta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.