GPS 1° fascia e straordinario BIS, chiarimenti sulla decorrenza giuridica ed economica delle nomine in ruolo

GPS 1° fascia e straordinario BIS, chiarimenti sulla decorrenza giuridica ed economica delle nomine in ruolo

L’USR Piemonte, a seguito di una serie di richieste di chiarimenti pervenute, ha pubblicato la nota n. 14195 del 17 ottobre 2023 per fornire i seguenti chiarimenti sulle nomine in ruolo di docenti individuati da straordinario Bis o prima fascia GPS.

  • Con riferimento alla procedura straordinaria di assunzione dalle GPS prima fascia ex art. 59 comma 4 del D.L. 73/2021, limitatamente ai posti di sostegno, si precisa che il successivo comma 8 prevede: “In caso di positiva valutazione del percorso annuale di formazione e prova e di giudizio positivo della prova disciplinare, il docente è assunto a tempo indeterminato e confermato in ruolo, con decorrenza giuridica dal 1° settembre 2021 o, se successiva, dalla data di inizio de servizio, nella medesima istituzione scolastica presso cui ha prestato servizio a tempo determinato”. In questo caso quindi, poiché la procedura è stata attivata nel 2023, la decorrenza giuridica (nel decreto prevista al 1° settembre 2021), per “trascinamento”, è stata spostata al 1° settembre 2022. Resta inteso che la decorrenza economica opera dalla effettiva presa di servizio.
  • Con riferimento invece, ai docenti immessi in ruolo ex 59 comma 9 bis D.L.73/2021 (Straordinario BIS),  lo stesso comma prevede che : “A seguito del superamento della prova che conclude il percorso di formazione di cui al quinto periodo nonché del superamento del percorso annuale di formazione iniziale e prova, il docente è assunto a tempo indeterminato e confermato in ruolo, con decorrenza giuridica ed economica dal 1° settembre 2023 o, se successiva, dalla data di inizio del servizio, nella medesima istituzione scolastica presso cui ha prestato servizio con contratto a tempo determinato”.
    Tale fattispecie risulta ancora ulteriormente confermata dallo stesso comma 9 bis laddove prevede (in applicazione dello “scivolamento” previsto dal decreto mille proroghe), per i casi in cui le relative operazioni concorsuali non fossero state completate nel 2022: “ I docenti che svolgono l’incarico a tempo determinato e la relativa formazione nonché l’anno di formazione iniziale e prova nell’anno scolastico 2023/2024 sono assunti a tempo indeterminato e confermati in ruolo con decorrenza giuridica ed economica dal 1° settembre 2024 o, se successiva, dalla data di inizio del servizio, nella medesima istituzione scolastica presso cui hanno prestato servizio con contratto a tempo determinato”. Quindi, anche in questo caso, il comma chiarisce che per questa tipologia di immissione in ruolo non è prevista alcuna retrodatazione della decorrenza giuridica.
    Si invitano pertanto le SS.LL. ad assicurarsi che, per il personale docente che ha superato l’anno di formazione e prova a seguito della nomina a tempo determinato nell’a.s. 2022/2023 ex art 59 comma 9 bis, la decorrenza giuridica ed economica siano indicate a SIDI al 1° settembre 2023, onde scongiurare qualsivoglia danno per l’amministrazione.

Vittorio Borgatta