FASE 2: TUTTO RIAPRE, SOLO NELLA SCUOLA NON SI POSSONO FARE ESAMI E CONCORSI ?

FASE 2: TUTTO RIAPRE, SOLO NELLA SCUOLA NON SI POSSONO FARE ESAMI E CONCORSI ?

Riportiamo la riflessione dell’On. Bianca Laura Granato postata sulla propria pagina Facebook

“Tutto quanto disposto per gli esami di stato di fine primo e secondo ciclo è stato concepito nel decreto oggi al vaglio del Parlamento e nell’ordinanza in modo tale da essere improntato al più razionale buonsenso.

Niente prove scritte, ma dei colloqui articolati in modo tale da valutare i candidati anche in assenza degli scritti, realizzati con misure di sicurezza anche più restrittive rispetto a quelle previste per altri settori: distanze di almeno 2 metri tra commissari e dai candidati, ingresso scaglionato per gruppi massimo di 3 alunni con, al più, un accompagnatore a testa su appuntamento.

39 mln per dpi che si aggiungono ai 43,5 mln che sono stati stanziati per la sanificazione degli ambienti scolastici.

Infine, tutti commissari interni con presidente esterno.

A coloro che in nome della Pandemia volevano evitare l’esame, la Costituzione stessa, che la Ministra è tenuta ad osservare, fornisce la risposta.

Amara constatazione:
Solo in Italia si chiede ad un ministro di rinunciare all’osservanza della carta dei valori della nazione anziché esigerne il rispetto, per soddisfare le richieste di chi vuole ottenere senza dare, si ricattano i politici seri che lavorano per garantire ai cittadini di poter vivere in uno stato di diritto, si incoraggia il voto di scambio per alimentare il regime di favore e clientela tipico della vecchia politica.”

Guido Ferrari

Guido Ferrari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.