Esami di Stato: la Ministra decide da sola, così non va!

Esami di Stato: la Ministra decide da sola, così non va!

Comunicato stampa della Federazione Lavoratori della Conoscenza CGIL

Roma, 29 aprile – Apprendiamo dai comunicati stampa l’esito dell’anno scolastico per gli studenti delle classi terminali del primo e del secondo grado delle secondarie. Una tesina consegnata prima dello scrutinio per i ragazzi delle medie e un esame orale a partire dal 17 giugno con un argomento proposto dagli studenti in condivisione con i professori per le scuole secondarie. 60 crediti per il percorso nel triennio e 40 crediti per l’orale.

Ancora una volta la ministra Azzolina non perde l’occasione per fare una scelta fuori luogo: in un momento così delicato per la vita del Paese, nel prendere decisioni che ricadono su migliaia di ragazzi, tira dritto per la sua strada e non ascolta nessuno. Così non va!

Francesco Sinopoli, Segretario generale FLC CGIL, ribadisce: “Il dialogo con le organizzazioni sindacali avrebbe permesso di affrontare con ponderazione un tema che al momento riveste elementi di forte problematicità, legati soprattutto alla sicurezza e la salvaguardia della salute di studenti, lavoratori e dell’intera comunità. La Ministra valuti con attenzione e soprattutto, non faccia sempre a meno del confronto!”

Redazione

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.