Coronavirus, due studenti creano un database sui contagi nelle scuole

Coronavirus, due studenti creano un database sui contagi nelle scuole
Si può consultare online una mappa aggiornata sui contagi nelle scuole italiane

L’idea è venuta a due studenti italiani: creare una mappa consultabile in rete che rappresenti i contagi da coronavirus nelle scuole italiane.

I due creatori della mappa

L’idea è venuta a Lorenzo Ruffino di Torino, della Scuola di Economia di Torino, e Vittorio Nicoletta, dottorando di sistemi decisionali presso l’Università di Laval in Québec. Insieme hanno creato un programma che realizza una mappa dei focolai scolastici – la potete trovare a questo indirizzo.

Dove vengono raccolti i dati

I dati rappresentati nella mappa sono stati raccolti attraverso varie fonti, in particolare attraverso le segnalazione raccolte sui social – con Twitter in prima fila. A questo bisogna aggiungere i contatti che i due ideatori stanno creando in questo periodo.

Segnalazione casi

I due creatori della mappa sul contagio scolastico da Coronavirus hanno creato un modulo dove segnalare casi di contagio – bisogna riportare anche un link ad una fonte che ha pubblicato la notizia. Questo modulo è raggiungibile a questo indirizzo.

Non si può fare a meno di notare che, come hanno raccontato in un’intervista “ci siamo accorti che nessuno stava facendo un monitoraggio di questo genere. Eppure è un tema di interesse pubblico. Per esempio, ci sono varie iniziative di privati cittadini in giro per il mondo, nei Paesi Bassi, in Canada, che stanno facendo la stessa cosa”.

Vittorio Borgatta

Vittorio Borgatta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *