Concorso straordinario bis, i limiti dell’ordine del giorno parlamentare

Concorso straordinario bis, i limiti dell’ordine del giorno parlamentare

Alcuni esponenti della maggioranza hanno approvato un ordine del giorno su alcuni temi come l’integrazione della graduatoria del concorso straordinario (facendo diventare di fatto tutti i partecipanti a questa procedura come vincitori), la cancellazione dei vincoli sulla mobilità e la previsione di un corso/concorso per i candidati del concorso per dirigenti scolastici bandito nel 2017 che abbiano un ricorso pendente, etc..

Cosa aspettarsi?

Un ordine del giorno è un atto di invito e raccomandazione del Parlamento verso il Governo, non ha alcuna forza di legge. E’ accaduto molto spesso che non abbiano portato a nulla, per cui non rappresenta una vittoria come hanno indicato alcuni esponenti della maggioranza. Solo se ci saranno degli attivi normativi di parlamento e governo potranno diventare qualcosa.

Roberto Bosio