Concorso ordinario primaria e infanzia: punteggio voce A.1 – Titolo di accesso docenti posto comune

Concorso ordinario primaria e infanzia: punteggio voce A.1 – Titolo di accesso docenti posto comune

La tabella di valutazione dei titoli (allegato A del bando) del concorso ordinario primaria e infanzia, si compone di varie voci, analizziamo quella relativa al titolo di accesso identificata con A.1.

Nella voce A.1.1 si valuta il titolo di accesso al ruolo per cui si intende partecipare, questo può essere:

  • Abilitazione specifica conseguita tramite concorso;
  • Laurea abilitante in scienze della formazione primaria;
  • Diploma magistrale conseguito entro l’A.S. 2001/2002;
  • Diploma triennale scuole di grado preparatorio conseguito entro l’A.S. 2001/2002 (solo per la scuola dell’infanzia).

Il titolo di accesso sarà valutato in base al voto di conseguimento riportato in centesimi, la frazione di voto sarà approssimata per eccesso nel caso fosse uguale a 0,50 o superiore.

Non si assegna alcun punteggio se il voto è inferiore o uguale a 75, se invece è superiore il punteggio si calcola con la seguente formula:

dove p è il vosto espresso in centesimi

Ad esempio, un aspirante con diploma magistrale con 48 su 60 dovrà per prima cosa riportare il voto in centesimi:

quindi approssimato per eccesso sarà 67. L’aspirante in questo caso si vedrà valutato il proprio titolo di accesso zero perché inferiore a 75.

Un aspirante diplomato con 50 su 60, invece, avrà un voto in centesimi pari a 83, quindi il suo punteggio sarà calcolato così:

Quindi il punteggio relativo al titolo di accesso sarà pari a 3.

Nel caso in cui si ottenessero valori con più cifre dopo la virgola si dovranno approssimare al secondo decimale.

Nella voce A.1.2 si valuta, in aggiunta alla voce A.1.1, il possesso dell’abilitazione all’insegnamento specifica conseguita tramite Laurea in Scienze della Formazione primaria. Tale titolo permetterà di ottenere ben 7,5 punti, oltre a quelli ottenuti nella voce A.1.1.

Naturalmente saranno valutati allo stesso modo i titoli corrispondenti ai precedenti acquisiti all’estero riconosciuti ai sensi del decreto legislativo 9 novembre 2007, n. 206

Armando Bayo

Armando Bayo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.