Concorso: Emendamento di PD e LEU può rimettere in gioco tutto

Concorso: Emendamento di PD e LEU può rimettere in gioco tutto

Presso la VII commissione Senato è in atto un confronto politico molto serrato, con due emendamenti presentati da PD, Leu e Autonimie, che potrebbero mettere totalmente in discussione il Bando del concorso straordinario già pubblicato. In particolare uno dei due emendamenti, causa Covid 19, prevederebbe l’eliminazione della prova computer-based in presenza, come previsto ora, e una selezione per soli titoli con, al termine dell’anno di prova, un colloquio orale. Il tutto nascerebbe per una questione di sicurezza, in realtà quello in atto è uno scontro politico. Il secondo emendamento prevede infatti che i posti previsti per il concorso straordinario diventino 40.000. Il Decreto Scuola deve diventare legge entro l’8 giugno, i tempi sono molto stretti, perchè andrebbero organizzate commissioni concorsuali e stabilito un calendario delle prove in piena estate, per permettere le immissioni in ruolo entro settembre. Difficile trovare una mediazione, il rischio è quello di una spaccatura in maggioranza proprio sul concorso.

Redazione

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.