Concorsi scuola, le procedure in sospeso

Concorsi scuola, le procedure in sospeso

La schizofrenia del ministero – che vorrebbe concorsi annuali – si può misurare anche dalle tante procedure che sono aperte da anni e che non sono ancora arrivati ad una fase operativa.

Concorso per insegnanti di religione

Gil si potrebbe dedicare una puntata della trasmissione “Chi l’ha visto?”. Non si svolge una procedura per gli insegnanti di religione dal lontano 2003, e secondo il decreto legge 126 dell’ottobre 2019 convertito nella legge 159 del dicembre dello stesso anno, avrebbe dovuto essere bandito dal Ministero entro il 31 dicembre 2020.

Lo scorso 30 dicembre, nel consueto “decreto milleproroghe”, è stato disposto il suo ulteriore slittamento a fine 2022. Vedremo se sarà l’ultimo.

Concorso straordinario abilitante

Il grande assente dalle procedure concorsuali. I ministri dell’istruzione degli ultimi due governi sembra che se ne siano dimenticati, ma diverse decine di migliaia di precari – ma anche di insegnanti di ruolo – hanno pagato, nel luglio del 2020, 15 euro come diritti di segreteria per un concorso che non si è ancora svolto. Desaparecido.

Concorso per docenti di educazione motoria

Questa è un’altra di quelle procedure che sembra essere scomparso dai radar. Si parla di oltre duemila posti che dovrebbe entrare negli organici delle classi quinte della scuola primaria. Dovrebbero esserci anche le coperture finanziarie. Cosa ci dovremmo aspettare? Se il ministero non promulgherà a breve il bando, probabilmente questi posti verranno coperti con nomine a tempo determinato.

Concorso per dirigente tecnico

Il concorso per dirigente tecnico è un’altra di quelle procedure che sono state autorizzate da tempo – si deve risalire al decreto-legge n. 126/2019 – e che non hanno raggiunto ancora una fase operativa. Nel febbraio di questo il Cspi ha espresso in un parere la necessità di bandire con urgenza il concorso per i 146 posti previsti.

Concorso per dirigente scolastico

Per ultimo indichiamo il concorso che probabilmente si svolgerà prima degli altri. Il condizionale dipende dal fatto che ci sono più di mille ricorsi pendenti relativi al concorso del 2017. La prima prova sarà una preselettiva.

Roberto Bosio

Roberto Bosio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.